Oops!

TERRAGLIA                               anno   2011

H 175 cm x L 100 cm x P 120 cm


Ogni volta che consumiamo, creiamo scarto. Dopo anni passati a nascondere i rifiuti in un buco o in mare, dopo averli bruciati intossicandoci, abbiamo imparato a farne una risorsa prima di restarne sepolti. Ora i rifiuti sono energia, materia prima, simbolo di efficienza, coscienza e virtuosismo. Abbiamo vinto, possiamo continuare a consumare indisturbati! Abbiamo vinto? OOPS!!! E adesso?

Everytime we eat, we create waste. After years of hiding the waste in ahole or in the sea, after having burned intoxicating us, we havelearned to make a resource before remain buried. Now the waste isenergy, raw material, a symbol of efficiency, awareness andvirtuosity. We won, we can continue to consume undisturbed! We won?OOPS !!! And now?


Per realizzare questo lavoro ho utilizzato come modelli lattine, bottiglie di plastica e cartoni del latte presi dalla spazzatura sui quali ho fatto gli stampi e successivamente realizzati in terraglia. La mano invece l’ho modellata personalmente e anche per questa ho fatto lo stampo e riprodotta in terraglia.
L’intero lavoro è strutturato in diversi moduli assemblati unendo le bottiglie e le lattine precedentemente colate e smaltate, affiancandoli e cuocendoli in monocottura.
Nell’insieme sono state colati circa 1200 bottiglie e lattine per realizzarlo.
Tutti i passaggi di lavorazione li ho eseguiti personalmente.